Download Guerra e società by Enzo Rutigliano PDF

By Enzo Rutigliano

Che cosa sia l. a. sociologia della guerra non è facile da stabilire, perché non vi è una grande tradizione sociologica che si definisca con questo nome. Di certo essa è tutt’altra cosa rispetto alle numerose trattazioni della guerra fatte da scrittori, storici, strateghi militari. Indagare il ruolo che le società hanno avuto nell’evoluzione delle guerre e quello che le guerre hanno avuto nello sviluppo delle società è l’intento di questo libro, che ripercorre agilmente i cambiamenti nella forma, nella strategia, negli obiettivi dei conflitti mettendoli in relazione con l’organizzazione sociale ed economica delle società interessate. Particolare attenzione è riservata alle profonde trasformazioni che l. a. guerra ha subito negli ultimi decenni e che l’hanno modificata al punto di confondere ogni categoria usata in passato in line with definirla. Con l. a. comparsa del terrorismo a cambiare è infatti il concetto stesso di guerra: essa è senza quartiere, il suo campo di battaglia coincide con il mondo e con le attività che in questo si svolgono. Ne risulta una situazione destabilizzante, di continuo rischio, che riflette los angeles debolezza e los angeles vulnerabilità delle società molto evolute e che mette a repentaglio l’equilibrio fra libertà e sicurezza nelle democrazie occidentali.

Show description

Read Online or Download Guerra e società PDF

Similar italian_1 books

Queer Italia: Same-Sex Desire in Italian Literature and Film

Queer Italia gathers essays on Italian literature and picture, medieval to trendy. The volume's chronological association displays its purpose to outline a queer culture in Italian tradition. whereas absolutely cognizant of the theoretical dangers inherent in trans-historicizing sexuality, the individuals to this quantity percentage an curiosity in probing the multi-form dynamics of sexual wants in Italian texts in the course of the centuries.

Extra info for Guerra e società

Sample text

Oppure all’influenza della tecnologia di guerra, cioè le modificazioni indotte dalla guerra sul capitalismo e sull’organizzazione del lavoro negli anni venti e soprattutto negli anni trenta del secolo scorso. Insomma, bisogna guardare all’evoluzione della guerra, alla storia di questa evoluzione – nella fattispecie sociologica – avendo ben presente quanto disse Durkheim: «La sociologia è la storia intesa in un altro modo». La storia inizia come narrazione di conflitti armati. La sociologia della guerra dovrà ripercorrere, almeno per sommi capi, i cambiamenti nella morfologia, nella sostanza e negli obiettivi delle guerre, mettendoli in relazione ai fenomeni sociali del cambiamento o anche all’organizzazione sociale ed economica delle società interessate.

Loro ci trattano come soldati ma con la libertà di operatori di forze speciali. Praticamente siamo soldati ombra del genere “a volte siamo soldati, a volte civili”; dipende dal tipo di missione e dall’importanza della stessa. L’importante è portarla a termine. Se muore qualche contractor , nessuno ne parla, nessuno scende in piazza a protestare, perché la maggior parte della gente ignorante ci odia: ci considerano mercenari. In pratica nessuno sa niente, a nessuno importa un cazzo di noi. Perciò funziona.

Cominciamo non in ordine di tempo, bensì con la definizione che ne danno due autori contemporanei, Richard Preston e Sydney Wise, nel loro ottimo Storia sociale della guerra: «La guerra può essere definita come qualsiasi conflitto tra gruppi rivali, condotto con la forza delle armi o con altri mezzi, che ambisca a essere riconosciuto come un conflitto legale. Conformemente a questa definizione, può esistere uno stato di guerra senza che si diano casi di violenza o strepito di armi. Dal concetto rimangono esclusi disordini e atti di violenza individuale, mentre sono compresi in esso insurrezioni e rivolte armate, e particolarmente quelle la cui estensione è abbastanza grande da poter essere considerate guerre civili.

Download PDF sample

Rated 4.12 of 5 – based on 14 votes